Comunicato Stampa: ITF “Città di Pontedera” 29 Luglio 2016

ITF PONTEDERA (10.000 €): NEL “DOPO-TREVISAN” LA SICILIA SI CANDIDA PER IL TITOLO!

Antonio Massara e Omar Giacalone sono i primi due semifinalisti. In serata la finale del torneo di doppio

Il “dopo Matteo Trevisan” lascia la terza edizione del Torneo Future ITF “Città di Pontedera” – Trofeo Devitalia (10.000 $, www.itfpontedera.it) in corso di svolgimento presso il Ct Pontedera dentro a uno scenario incerto e equilibratissimo, senza un vero favorito assoluto. E’ vero, quest’anno l’ex numero 1 al mondo under 18 si presentava sui campi di Via Montevisi sulla carta non come l’uomo da battere, a causa di una classifica ATP scesa vistosamente dopo lo stop dall’attività professionistica di oltre sei mesi. L’impressione, tuttavia, è che il beniamino di casa, spinto come sempre quando scende in campo da queste parti da un pubblico numerosissimo, potesse tranquillamente bissare il trionfo nell’edizione di debutto del Future nel 2014, vuoi per una condizione fisica totalmente ritrovata, vuoi per il livello non trascendentale della concorrenza. E invece l’avventura di Trevisan si è conclusa Giovedì notte negli ottavi di finale contro Davide Galoppini, in una partita sanguinosa contrassegnata anche da episodi di nervosismo tra i due contendenti, dove il ventunenne livornese, autore di un miglioramento pazzesco e reduce dalla prima finale in carriera in un Future a Modena, ha meritato ampiamente il successo.

Il match più bello, fino a questo momento, del Trofeo Devitalia (con Trevisan capace di recuperare uno svantaggio di 5-1 nel terzo set e di annullare cinque match point prima di perdere al tie-break decisivo), oltre a premiare la mina vagante Galoppini aumenta le chance di vittoria dei due siciliani Antonio Massara e Omar Giacalone, i primi due tennisti a qualificarsi per le semifinali. Massara, testa di serie numero 3, ha superato nei quarti di finale con il punteggio di 75 75 Francesco Moncagatto, proveniente dalle qualificazioni. Il favorito ha fatto valere il suo maggior peso specifico di fronte a un avversario dalle buone doti in avanzamento, specialista in doppio (dove ha vinto sei titoli internazionali), ma più leggero. Nonostante ciò il fantasioso genovese è riuscito a sparigliare le carte in entrambi i set, con Massara, vincitore di un titolo Future in carriera a Novi Sad (Serbia) lo scorso anno, più concreto nei momenti decisivi del match.

Il ventenne di Siracusa avanza in semifinale a braccetto con il corregionale di Mazara Del Vallo Omar Giacalone, che doma in un’ora e mezzo Riccardo Sinicropi. Il break in apertura di entrambi i set spiana la strada al vincitore, più incisivo e meno falloso in una sfida tra due avversari dalle caratteristiche tecniche simili: bravo a uscire dallo scambio soprattutto col diritto molto potente, Giacalone punta a vincere il quarto titolo internazionale della carriera (sarebbe il secondo in Italia dopo quello di Santa Margherita di Pula nel 2014).

In serata sono in programma gli ultimi due quarti di finale tra Davide Galoppini e Daniele Capecchi e tra Andrea Basso e Marco Bortolotti, oltre alla finale del doppio che vede opposti Alessandro Colella/Giacomo Miccini a Marcel Felder/Antonio Massara. Domani (Sabato 30 Luglio) si disputeranno le due semifinali con ingresso libero sui campi del Ct Pontedera.

 

RISULTATI QUARTI DI FINALE SINGOLARE

Massara A. (ITA, 3) b. Moncagatto F. (ITA) 75 75

Giacalone O. (ITA, 4) b. Sinicropi R. (ITA, 7) 63 64

 

 

A cura dell’Ufficio Stampa 3° Torneo ITF maschile “Città di Pontedera”

Alessio Laganà

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi