Regolamento

ARTICOLO I
OGGETTO DEL REGOLAMENTO

 Il presente regolamento ha lo scopo di disciplinare l’attività sociale, amministrativa e tecnica della società nell’ambito ed in conformità delle norme statutarie.

ARTICOLO II

OBBLIGHI DEI SOCI IN GENERALE

 I Soci sono tenuti alla scrupolosa osservanza delle norme dello statuto, del presente regolamento, nonché delle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione nell’ambito della propria competenza.

ARTICOLO III

ACCESSO ALLA SEDE ED USO DEGLI IMPIANTI

 L’accesso alla sede e l’uso degli impianti ed attrezzature, secondo gli orari stagionali approvati dal Consiglio di Amministrazione, sono consentiti:

A)    Ai Soci, coloro cioè che hanno acquisito tale qualità ai sensi dell’articolo 11 dello statuto della Cooperativa. Ai Soci è consentito il più ampio godimento degli impianti e delle attrezzature secondo quanto stabilito dallo statuto, e dal regolamento all’articolo IV.
B)     Ai familiari dei Soci, secondo le modalità stabilite dall’articolo V del regolamento.
C)    Agli invitati dei Soci, secondo le modalità e i limiti precisati dal regolamento all’art.VI.
D)    Agli atleti che difendono i colori sociali nelle competizioni sportive secondo le modalità ed i limiti precisati dal regolamento all’Articolo VII.
E)     Agli studenti non Soci, con le modalità ed i limiti precisati dal regolamento all’articolo VIII.
F)     Agli estranei con le modalità ed i limiti precisati dal regolamento all’articolo IX.
G)    Ai Soci onorari e cioè a coloro che per meriti particolari, siano ritenuti dal Consiglio di Amministrazione meritevoli dell’accesso alla sede e dell’utilizzazione degli impianti. Tale diritto non è estensibile ai familiari e ad eventuali invitati
H)    Ai frequentatori, con le stesse modalità previste per i Soci.

Tutte le Figure elencate nel presente articolo saranno iscritte, se ritenuto opportuno dal Consiglio di Amministrazione, in appositi elenchi. Tale appartenenza rimane valida in mancanza di comunicazioni scritte.

ARTICOLO IV

QUALIFICHE DEI SOCI

 I Soggetti aventi i requisiti di cui alla lettera “A” dell’articolo III del presente regolamento si distinguono in::

SOCI GIOCATORI
SOCI NON GIOCATORI CATEGORIA “A”
SOCI NON GIOCATORI CATEGORIA “B”

I Soci giocatori hanno diritto di godere di tutti gli impianti sportivi e le attrezzature del Circolo Tennis corrispondendo la quota mensile secondo le modalità e le misure stabilite dal Consiglio di Amministrazione, e la tariffa oraria secondo quanto stabilito dal Consiglio di Amministrazione di concerto con il Gestore, nella determinazione del costo orario si terrà conto dei prezzi praticati dai circoli della zona e dallo storico del nostro circolo.
Ulteriori contributi sempre stabiliti dal Consiglio di Amministrazione d’accordo con il Gestore, possono essere richiesti per l’uso di alcuni impianti e servizi quali:palestra, campi coperti,illuminazione e riscaldamento dei campi, corsi di tennis, di ginnastica ecc. Questi Soci prenotano i campi da tennis secondo le modalità stabilite dall’articolo XIII.
I Soci non giocatori di categoria “A”, hanno gli stessi diritti dei Soci giocatori salvo per la prenotazione dei campi da tennis, per il quale vengono considerati alla stregua degli estranei.
I Soci non giocatori di categoria “B” sono coloro che non frequentano più il Circolo, ma che vogliono mantenere la quota Sociale, la possibilità di partecipare alle Assemblee con diritto di voto e l’accesso al Circolo. Se occasionalmente prenotano un campo da tennis, vengono considerati come non Soci agli effetti della prenotazione e della quota oraria dei campi.
I Soci giocatori in possesso di particolari attitudini sportive potranno essere esonerati dal pagamento di qualsiasi quota, tassa o contributo su decisione del Consiglio di Amministrazione.
Il Socio di qualsiasi tipo è obbligato in solido al pagamento delle quote di frequenza e dei contributi dovuti dai suoi familiari pena la esclusione, ai sensi dell’articolo 12 dello statuto sociale, dalla qualifica di Socio della “Cooperativa a r.l. Circolo Tennis.

ARTICOLO V

FAMILIARI DEI SOCI

 Sono considerati familiari dei Soci ai sensi della lettera “B” dell’articolo III del presente regolamento:
Il coniuge del Socio purchè non legalmente separato.
I figli del Socio che risultino celibi o nubili.
L’iscrizione dei figli dei Soci nell’apposito elenco, richiamato nel seguito del presente articolo, viene subordinato al possesso dei necessari requisiti morali e civili valutati dal Consiglio di Amministrazione. Contro la delibera di diniego di ammissione, il Socio ha diritto di proporre reclamo al Consiglio dei Probiviri nel termine di 15 giorni dal ricevimento della comunicazione che dovrà darsi a mezzo lettera raccomandata. Il comitato dei Probiviri deciderà sul reclamo con le modalità previste dall’articolo 46 dello statuto sociale.
Il coniuge e i figli del Socio perderanno il diritto di accedere alla sede sociale e di usufruire degli impianti sportivi e delle attrezzature in tutti i casi di scioglimento del rapporto sociale dell’intestatario della quota compresa la causa di morte
I familiari dei Soci possono utilizzare gli impianti del Circolo, per quanto riguarda i campi da tennis, vengono considerati come non Soci nella prenotazione.

ARTICOLO VI

INVITATI DEI SOCI

 Solo il Socio ha la possibilità di invitare persone estranee alla Cooperativa ad accedere alla sede e a usufruire degli impianti sportivi e delle attrezzature negli orari normalmente riservati ai Soci, e con le stesse tariffe. Il Socio non può invitare più di una volta al mese persone estranee. L’invitato è tenuto ad osservare le norme di comportamento indicate nell’articolo X del presente regolamento, ed il Socio ne rimarrà responsabile.

 

 

ARTICOLO VII

ATLETI

 Sono considerati “Atleti” coloro che, pur non avendo i requisiti richiesti alle lettere a) e b) dell’articolo III del presente regolamento, si dedichino abitualmente all’attività agonistica e siano in possesso di particolari attitudini sportive. Essi vengono ammessi ad accedere alla sede e ad utilizzare gli impianti sportivi e le altre attrezzature su domanda al Consiglio di Amministrazione che, con delibera, potrà stabilire le modalità di uso degli impianti. Possono venir esonerati dal pagamento di qualsiasi tassa, quota o contributo e debbono essere confermati anno per anno e, nell’ipotesi di esonero anticipato a giudizio insindacabile del Consiglio di Amministrazione senza obbligo alcuno di motivazione, perderanno i diritti sopra indicati.

ARTICOLO VIII

STUDENTI NON SOCI

 Gli studenti non Soci, fino all’età di 26 anni, hanno la possibilità di usufruire delle attrezzature e degli impianti sportivi del Circolo Tennis Pontedera, ad eccezione della palestra. Nei giorni feriali essi corrispondono la tariffa oraria come quella dei Soci giocatori, nei giorni festivi corrispondono la tariffa come quella dei non Soci.
Lo studente non socio prenota i campi da tennis, secondo quanto stabilito dal successivo articolo XIII.

ARTICOLO IX

ESTRANEI

 Gli estranei hanno la possibilità di usufruire degli impianti e delle attrezzature del Circolo Tennis Pontedera ad eccezione della palestra, corrispondendo la quota oraria stabilita dal Consiglio di Amministrazione e prenotando i campi secondo quanto stabilito dal successivo articolo XIII.

ARTICOLO X

NORME DI COMPORTAMENTO

 Le persone di cui all’articolo III del presente regolamento devono essere di buona condotta civile e morale e debbono mantenere in ogni circostanza un comportamento serio e dignitoso. Essi devono accettare ed eseguire le deliberazioni del Consiglio di Amministrazione, dell’Assemblea dei Soci, nonché quanto previsto dallo Statuto sociale e dal presente regolamento.
Nell’ambito della sede sociale è vietato introdurre automobili, moto, motorini o biciclette e portare cose che possono arrecare danno o disturbo. E’ del pari vietato cogliere fiori, calpestare aiuole e giocare a pallone.
Eventuali danni arrecati agli impianti, alle attrezzature e al verde del Circolo da parte di chi usufruisce delle strutture, gli verranno addebitate.

 

ARTICOLO XI

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI

 Nei confronti delle persone indicate alle lettere A) e B) dell’articolo III del presente regolamento che commettono azioni contrarie al decoro, alla morale, alla decenza sia nella sede sociale che fuori di essa o che tengano un comportamento abituale che sia di ostacolo al buon andamento della vita associativa o in contrasto con l’articolo X del presente regolamento, potranno essere adottati i seguenti provvedimenti disciplinari:
1)      Censura
2)      Deplorazione
3)      Sospensione temporanea
4)      Radiazione.

Di ogni provvedimento disciplinare dovrà essere data comunicazione all’interessato attraverso lettera raccomandata e, esclusa la censura, con l’affissione all’apposito albo sociale.
L’interessato potrà proporre reclamo scritto entro cinque giorni dal ricevimento della comunicazione, al collegio dei probiviri. La presentazione del reclamo, in attesa della decisione del collegio dei probiviri, sospende l’esecuzione del provvedimento.
Il comitato dei probiviri deciderà sul reclamo con le modalità previste dall’articolo 47 dello statuto della Cooperativa Circolo del Tennis.

ARTICOLO XII

RAPPORTI CON LA GESTIONE

 I Soci sono tenuti tassativamente ad astenersi dall’impartire istruzioni al custode dei campi o a manifestare lamentele al gestore o al custode dell’impianto. Ogni eventuale rilievo dovrà essere fatto al Consiglio di Amministrazione o a persona da esso incaricata. Il custode o gestore dell’impianto è tenuto a far osservare le norme del presente regolamento e ad informare tempestivamente il Consiglio di Amministrazione di ogni eventuale inosservanza da parte dei frequentatori (Soci e non Soci) per i provvedimenti del caso.

ARTICOLO XIII

MODALITA’ PRENOTAZIONI TURNI DI GIOCO

 I turni di gioco sono regolati da prenotazioni scritte da effettuarsi in apposito tabellone tenuto dalla gestione del Circolo e disponibile presso il bar. Solo i Soci potranno segnare personalmente le prenotazioni sull’apposito tabellone.
Le prenotazioni dei turni devono essere fatte nelle apposite caselle indicando il cognome e, ove questo possa indurre in errore, l’iniziale del nome.
Sono assolutamente vietate scritture cancellabili, segni convenzionali o qualunque altro espediente che possa limitare o arrecare danno al godimento dell’impianto da parte di altri Soci.
L’ordine di precedenza nella prenotazione dei turni di gioco è stabilito come segue:

1)      I Soci onorari, i Soci e i Frequentatori, prenotano tutti i giorni per il giorno stesso e per l’intera settimana successiva
2)  I Soci non giocatori,i familiari dei soci,gli studenti non socie e gli estranei prenotano tutti i giorni ma solamente per il giorno stesso e per i due successivi.
Ogni ora segnata in difformità al presente articolo verrà cancellata.
Il gestore dovrà riportare in rosso il nome e il cognome degli estranei sul tabellone delle prenotazioni.

 ARTICOLO XIV

CONTRIBUTI DEI SOCI E QUOTA CAMPI

I Soci sono tenuti annualmente al versamento di un contributo in conto capitale per il sostentamento del fabbisogno finanziario della Cooperativa, da corrispondere anticipatamente per uno o più mesi fino all’intero anno, entro il decimo giorno del mese in corso all’incaricato nominato dal C. di A. o in alternativa al Gestore del Circolo.
Tale contributo potrà essere annualmente modificato tenendo conto delle variazioni ISTAT, salvo diversa indicazione sottoposta alla Assemblea dei Soci.
Le quote orarie dei campi del tennis e del calcetto saranno annualmente modificate tenendo conto delle variazioni ISTAT di comune accordo fra il Gestore e il C di A. salvo diversa indicazione sottoposta alla Assemblea dei Soci.
I Soci che avranno un ritardo nel pagamento dei contributi di cui sopra, saranno segnalati al Gestore il quale esigerà da loro nella prenotazione dei campi e nel pagamento della quota oraria, lo stesso comportamento e lo stesso importo riservato agli estranei, fino a quando non avranno pareggiato il loro debito nei confronti del Circolo.
Le quote orarie sono di due tipi:
Tariffa base da applicare a: Soci onorari, Soci giocatori, Frequentatori, Atleti, Familiari dei Soci e Studenti
Tariffa base più percentuale stabilita dal Consiglio che non potrà superare i 10 € da applicare ai Soci non giocatori e agli Estranei.
I campi da tennis e calcetto prenotati e successivamente disdetti con un preavviso inferiore alle 24 ore, se rimarranno inutilizzati, dovranno essere comunque pagati.

 ARTICOLO XV

LEZIONI DI TENNIS

 Tutti i Giocatori che usufruiscono dei campi da tennis per lezioni o corsi con Istruttori o Maestri di tennis riconosciuti dal Consiglio pagheranno la tariffa oraria base.

ARTICOLO XVI

ORGANIZZAZIONE TORNEI

 Il Gestore come pure il Circolo stesso,hanno la facoltà di organizzare tornei invernali ed estivi aperti alla partecipazione di soli Soci o di Soci ed estranei, le competizioni non dovranno svolgersi nelle fasce orarie maggiormente frequentate dai Soci.
Per la partecipazione degli estranei, non sarà dovuta alcuna maggiorazione di tariffa oraria al Circolo.

                                                    Versione Scaricabile in formato Pdf